martedì 5 gennaio 2016

La cucina etnica di Londra: ristoranti della tradizione indocinese

ristoranti tailandesi a Londra
Una delle opportunità offerte dalla Londra multietnica è sicuramente quella di potere gustare e scoprire le tradizioni culinarie proprie di moltissimi paesi del mondo. Dall’Asia alle Americhe, dall’Europa all’Africa, tra le cucine etniche di Londra non c’è che l’imbarazzo della scelta. Si tratta spesso di piccoli locali a gestione familiare, ma non mancano le catene di ristoranti tipici, presenti in diversi quartieri della città. Gustosa ed economica, la cucina etnica di Londra presenta un buon rapporto qualità/prezzo, consentendo di potere godere di una cena o un pranzo al ristorante con una spesa abbastanza contenuta rispetto agli standard londinesi.

Nella cucina tradizionale indocinese, che comprende varie specialità culinarie nazionali (tailandesi, vietnamite, malesi, birmane e cambogiane), forti sono risultate le influenze delle due cucine più conosciute in occidente, quella cinese e quella indiana. Nonostante ciò, tuttavia, molti sono i piatti che la distinguono e la caratterizzano, con un uso frequente del riso a grana lunga, dei frutti di mare e della noce di cocco in succo o in grana.

Attraverso le recensioni reperibili online di prestigiose riviste come il Guardian, o Time Out, nonché simpatiche e spesso dettagliate opinioni di avventori pubblicate su TripAdvisor si è potuto stilare un elenco di piccoli e grandi ristoranti a Londra specializzati nelle varie cucine dell’Indocina e caratterizzati da pietanze di buona qualità offerte a prezzi sufficientemente contenuti.

Una delle catene di ristoranti più apprezzata, dove è possibile gustare le prelibatezze della tradizione culinaria indocinese, con prevalenza dei piatti tailandesi, vietnamiti e malesi sono i Banana Tree Restaurants. La catena, nata nel 1991 con il primo locale, è costituita oggi da ben 7 ristoranti ubicati in diversi quartieri di Londra (Bayswater, Clapham, Maida Vale, Soho, West Hampstead, ecc.). Il menu è estremamente vario, anche se prevalgono piatti della cucina tailandese. Le porzioni sono abbondanti, il personale è cortese e attento, ma gli ambienti possono risultare un po’ caotici e affollati. Non mancano, inoltre, gli oriental cocktails.

La cucina birmana è ottimamente rappresentata da un piccolo ristorante aperto nel 1994 al 444 della famosa Edgware Road, il Mandalay Golden Myanmar. Caratterizzata dalla combinazione tra la cucina cinese e quella indiana, con una leggera influenza di quella tailandese, la cucina birmana presenta molti piatti interessanti a base di carne e di pesce e una grande varietà di piatti a base di verdure, vero toccasana per tutti i vegetariani.  Combinati con estro e creatività gli ingredienti più rappresentati sono la salsa di pesce, la pasta di gamberetti, i gamberi secchi, la salsa di soia, un’ampia varietà d spezie (aglio, zenzero, citronella, curcuma, tamarindo, coriandolo, menta, peperoncini) e l’immancabile latte di cocco. Il servizio del locale è accogliente, ma essendo dotato solo di 10 tavoli è sempre bene prenotare. Il prezzo delle portate principali varia da £ 5.50 a £8.50 sterline.

L’unico ristorante cambogiano a Londra è il Lemongrass Restaurant, al 243 di Royal College Street, nel quartiere di Camden. Aperto nel lontano 1987, questo piccolo ristorante a conduzione familiare prende il nome dall’erba perenne che cresce nelle aree temperato-calde e tropicali, e ampiamente utilizzata nella cucina del sud est asiatico. All’insegna della semplicità e della freschezza è l’unico luogo in tutta la capitale dove è possibile gustare l’autentico Fish Amok, piatto nazionale della cucina cambogiana a base di pesce cucinato al vapore tra foglie di banano in salsa di cocco. Il prezzo delle portate principali varia da £ 6.30 a £8.30 sterline.

Per chi non teme piatti particolarmente piccanti un incontro con la cucina malese può essere felicemente sperimentato al Rasa Sayang Restaurant, nella City of Westminster, nei dintorni di Gerrard Street (al N. 5 di Macclesfield Street). Tradizionale locale della Chinatown di Londra, ogni mese vengono introdotti nuovi piatti per consentire agli avventori di gustare sempre qualcosa di diverso. Il prezzo delle portate principali varia da £ 6.90 a £17 sterline. Chi poi volesse godere di un ricco happy hour dalle 17.00 alle 20.00 di sera con deliziosi cocktails e abbondanti e sfiziosi cibi della tradizione malese e indocinese può recarsi al SatayBar and Restaurant al 447 di Coldharbour Lane, nel quartiere di Brixton (zona sud di Londra). Gli ingredienti, scelti con cura, sono tutti rigorosamente OGM free.

Per quanto la cucina vietnamita sia grandemente influenzata da quella cinese, a differenza di quest’ultima riesce ad essere sia più gustosa che più leggera grazie ad un impiego di vari tipi di spezie e salse di accompagnamento e un uso più contenuto di grassi durante la cottura. Il piatto tipico della cucina vietnamita è il Pho, una zuppa di manzo o pollo e noodles, e l’ingrediente fondamentale di tante ricette la salsa Nuoc Mam, dall’odore pungente e a base di pesce fermentato.

Tre sono i ristoranti vietnamiti particolarmente conosciuti ed apprezzati a Londra: il Song Que Café, il Me Me e il Green Papaya. Il Song Que Café, situato al 134 di Kingsland Road, nel cuore di Shoreditch, uno dei quartieri più trendy e artistici di Londra, è un piccolo locale, aperto dal 2000, che la rivista online Time Out valuta con 4 stelle, nonostante tuttavia le impressioni dei clienti siano piuttosto discordanti. Il prezzo delle portate principali varia da £ 6.30 a £11.80 sterline. Altrettanto economico anche il Me Me Restaurant in cui la cucina vietnamita risulta di tipo più tradizionale con specialità tipiche del delta del Mekong, di Saigon e di Hanoi. Si trova al 565 di Fulham Road, e presenta un’ampia scelta di piatti, comprese delle varianti a base di tofu per i vegetariani. Meno tradizionale, ma dalla cucina gustosa e allettante è il ristorante Green Papaya, in Mare Street, nell’affascinante quartiere multietnico di Hackney. A conduzione familiare, grande apprezzamento ha sortito una sua specialità, abbastanza rara nei menu vietnamiti, l’agnello alla griglia speziato con cumino. Dotato di locali piccoli e molto affollati si consiglia di prenotare. Il prezzo delle portate principali varia da £ 5 a £8 sterline.

La cucina tailandese è conosciuta per l’armonia che riesce a creare nelle sue pietanze dei quattro sapori fondamentali: aspro, dolce, salato e amaro. Il piatto più rinomato è il Pad Thai, ovvero una pasta saltata alla piastra, speziata e condita con uova e pesce.


Quando si tratta di cibo tailandese a Londra immancabile è il riferimento ad uno dei pub più antichi della città, il Churchill Arms. Situato al 119 di Kensington Church Street, a poca distanza da Notting Hill, questo pub, costruito nel lontano 1750, in un piccolo giardino d’inverno ospita un delizioso ristorante tailandese. Nel locale, sormontato da rampicanti fioriti che lo rendono assolutamente unico nel suo genere, la cucina praticata vanta un certo numero di ricette di famiglia, tramandate da generazione a generazione. Per chi non necessitasse di così tanta esclusività, sicuramente la catena di 11 ristoranti tailandesi del BusabaEathai offrirà l’opportunità di scoprire un elevato numero di piatti tipici a prezzi abbastanza economici (le portate principali vanno dalle £ 8 alle £ 13 sterline). Se accanto ai piatti tipici della cucina tailandese si volessero sperimentare anche i dolci tradizionali, raramente presenti nei menu di altri ristoranti tailandesi, ci si può recare all’ Isarn Restaurant, al 119 di Upper Street, nel quartiere di Barnsbury. A dispetto dell’eleganza dell’arredamento caratterizzato da decorazioni in stile contemporaneo, in legno scuro e paralumi oversize, il menù è abbastanza economico (le portate principali vanno da £ 6.50 a £ 14.50 sterline).

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...