sabato 28 settembre 2013

Volontariato nei parchi e giardini di Londra

Regent's Park
Regent's Park
Londra viene spesso considerata una delle città più verdi del mondo. Parchi e giardini la impreziosiscono dal centro alla periferia, regalando delle vere oasi lontane dal frastuono della metropoli. La cura e la conservazione di flora e fauna selvatica, il mantenimento della biodiversità, la libera fruizione da parte del pubblico e tutte le attività volte a sviluppare una coscienza naturalistica nei visitatori sono le linee guida che negli anni hanno valorizzato questo patrimonio, di cui i londinesi, a buon titolo, vanno fieri. Nell’ambito di queste politiche ambientali il ruolo dei volontari si è rivelato essenziale e prezioso. Numerose sono, infatti, le opportunità di volontariato per gli amanti della natura, con o senza una specifica formazione professionale in ambito naturalistico o agronomico. Vediamone alcune. (Foto: Dave Catchpole/flickr.com)



L’agenzia esecutiva Royal Parks, del Dipartimento per la Cultura, i Media e lo Sport del Regno Unito, gestisce gli otto Parchi Reali di Londra (Hyde Park, Richmond Park, Regent's Park, Kensington Gardens, Greenwich Park, St James's Park, Bushy Park, Green Park) ed ogni anno coinvolge centinaia di volontari nell’ambito di specifici progetti. Il volontariato ha un ruolo di rilievo sia per ciò che concerne i servizi offerti al pubblico (aiuto alla mobilità per soggetti diversamente abili, attività di educazione ambientale, visite guidate nei parchi) sia nella cura e manutenzione degli spazi verdi (giardinaggio, salvaguardia e censimento di flora e fauna, ecc.).
Bushy Park
Bushy Park

I requisiti richiesti per candidarsi in qualità di volontario, oltre alla maggiore età, differiscono da progetto a progetto. Buone doti comunicative in lingua inglese sono, comunque, condizione indispensabile per partecipare ai programmi formativi rivolti alle scolaresche, così come sarà necessario dotarsi del certificato penale britannico, il DBS (precedentemente noto come CRB, Criminal Records Bureau). Ecco una breve sintesi di alcune delle posizioni aperte:

  • attività di monitoraggio della flora e fauna selvatica (piante, uccelli, funghi, insetti ecc.) presente nei parchi della zona centrale di Londra, ma soprattutto in  Regent’s Park. Non essendo prevista alcuna formazione preventiva è richiesta una base minima di conoscenza naturalistica che consenta il riconoscimento di gruppi di specie. Questi volontari vengono spesso coinvolti anche in attività educative con il pubblico. Impegno minimo richiesto: 2-6 ore su base regolare;
  • attività di manutenzione dei giardini boschivi di Bushy Park (semina e piantumazione, potature e sfrondature, pulitura dei sentieri, ecc.). Impegno minimo richiesto: una mattina a settimana (4-6 ore);
  • supporto ai programmi educativi dell’Isis Education Centre, in Hyde Park, rivolti sia alle scuole che agli adulti. Non è richiesta alcuna esperienza precedente d’insegnamento. Impegno previsto: da poche ore al mese a due giorni a settimana;
  • supporto alle sessioni di educazione ambientale, ad opera del Field Studies Council (FSC), ente benefico indipendente di formazione ambientale, che vengono tenute presso Bushy Park, Greenwich Park e Regent's Park. I seminari coinvolgono sia i bambini delle scuole che gli adulti. Sono richieste pregresse esperienze con i bambini ed elevate doti comunicative. Impegno minimo da garantire: 1-3 giorni a settimana;
  • supporto al team di educatori del Holly Lodge Centre, una organizzazione benefica che opera a Richmond Park attraverso attività pratiche da sviluppare nell’ambiente naturale (mini safari, seminari sullo stile di vita vittoriano, arte e giardinaggio, fotografia, ecc.). Impegno minimo richiesto: 6 mesi con la frequenza desiderata.  (Foto: Garry Knight/flickr.com)


Richmond Park
Richmond Park
Un altro modo per praticare il volontariato all’interno dei Parchi Reali della città di Londra è quello di candidarsi presso alcune organizzazioni benefiche che svolgono regolarmente attività sia di manutenzione del verde che di servizio ai visitatori. In genere è richiesta anche l’adesione all’associazione per motivi assicurativi. Un’opportunità, comunque, di socializzazione con altri appassionati naturalisti e di utili scambi comunicativi in lingua inglese. I Friends of Richmond Park nei loro programmi di volontariato prevedono tre differenti tipi di attività:

  • servizi al pubblico presso il Visitor Centre (informazioni e consigli per le visite al parco, diffusione e vendita dei materiali didattici e divulgativi, ecc.). Impegno minimo previsto: da mezza a una giornata, con la frequenza desiderata;
  • conservazione e manutenzione del parco (piantumazione, potature, scerbature, ecc.);
  •  ricostruzione della storia del parco con ricerca e/o catalogazione delle risorse storiche esistenti, al fine di consentire al pubblico di rintracciarle online o estrarne materiali per future pubblicazioni.

I Friends of Greenwich Park, oltre alle normali attività di manutenzione verde del parco si occupano di organizzare visite guidate, di promuovere la conoscenza del parco, di sorvegliare e migliorare i servizi al pubblico e le attrezzature sportive esistenti. Se necessario, per i volontari viene prevista una breve attività formativa. Differenti sono, inoltre, le opportunità di volontariato durante le attività programmate nel corso dell'anno, come gli Open Day primaverili, o altri eventi promozionali e di fruizione, campagne di affiliazione  e ricerca fondi. (Foto: Bruno Girin/flickr.com)

Kew Gardens
Kew Gardens
Un’altra meta ambita per praticare il volontariato a Londra, in ambito botanico e naturalistico, sono gli splendidi Royal Botanic Gardens di Kew, patrimonio dell’umanità (UNESCO) dal 2003. Le attività prevedono, generalmente, di fornire assistenza allo staff strutturato, con un impegno minimo richiesto di una o mezza giornata a settimana. Spesso le posizioni aperte sono complete, ma si può mettersi in lista d’attesa, inviando il proprio curriculum per uno dei programmi di volontariato:

  • mantenimento delle collezioni del giardino botanico (semina, potatura, piantumazione, scerbatura ecc.);
  • divenire una guida esperta per visite guidate alle collezioni di piante;
  • attività con scuole e famiglie presso la galleria d’arte e pittura, attività manuali di orticoltura  e giochi con i bambini, nello specifico parco giochi interattivo;
  • attività di supporto nel dipartimento scientifico e in particolare nell’erbario con i suoi milioni di specie originarie da ogni regione del mondo (catalogazione, mappatura delle specie, ricerche sul mantenimento della biodiversità, ecc.)
  • supporto agli eventi organizzati annualmente;
  • collaborazione nel negozio del giardino botanico sito a Victoria Gate in cui vengono vendute piante, attrezzi, souvenir, raccolte fotografiche ecc..(Foto: Jim Linwood/flickr.com)


I programmi di volontariato presso il parco di Hampstead Heath vengono gestiti dal Heath Hands, un organismo di volontariato membro del British Trust for Conservation Volunteers (BTCV), in collaborazione con la municipalità (City of London) e l’English Heritage a Kenwood. Anche in questo caso, per i nuovi volontari esistono delle liste d’attesa presso le quali iscriversi. L’impegno minimo richiesto è di 18 ore  all’anno. Se necessario viene fornito un training specifico, per quanto il volontari lavorino in gruppi di 15 sotto la supervisione di un membro dello staff o di un volontario esperto. I progetti di volontariato prevedono il supporto al  team di ranger e giardinieri in:

  • attività di manutenzione e conservazione delle varie zone del parco, compresa la pulizia dei fossati e la cura dei sentieri;
  •  assistenza negli eventi pubblici.

Sempre nel parco di Hampstead Heath, un’altra opportunità di volontariato è offerta dalla Royal Society for the Protection of Birds (RSPB), una organizzazione benefica particolarmente attiva nella divulgazione inerente le specie selvatiche presenti nel parco. Per i volontari viene prevista una preliminare attività di formazione, ma l’impegno minimo richiesto è di 18 ore all’anno.


Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...