mercoledì 26 giugno 2013

Musei di Londra meno noti: piccoli gioielli da scoprire

Fuori dai classici circuiti turistici, la città di Londra presenta dei musei più piccoli e meno noti, ugualmente gratuiti, la cui visita può essere considerata una vera e propria esplorazione non solo della città e di alcuni suoi quartieri fuori dalla city, ma anche un interessante approfondimento di specifici aspetti della cultura inglese e della sua evoluzione nei secoli.

In un immaginario viaggio in direzione est dal centro di Londra ecco una selezione di questi piccoli gioielli ad ingresso gratuito, in cui non di rado molti visitatori si sono imbattuti del tutto casualmente, restandone gradevolmente meravigliati.


A pochi minuti di cammino da Oxford Street e Baker Street, in Manchester Square (London W1U 3BN), è situata la splendida casa museo, Hertford House, sede della Wallace Collection. Un museo nazionale che contiene una delle collezioni d’arte del XVIII e XIX secolo più raffinata d’Europa. Dipinti, miniature, manufatti decorativi di pregevole fattura (sculture, porcellane, smalti, gioielli ecc.), nonché eleganti mobili francesi raccolti da quattro generazioni di collezionisti, i marchesi di Hertford, e dal loro ultimo discendente Sir Richard Wallace. Il museo è aperto tutti i giorni, compresi i festivi, dalle 10.00 alle 17.00. Le stazioni della metropolitana più vicine sono quelle di Bond Street e di Baker Street.

Un'altra casa museo, tra le più interessanti di Londra, appartenuta all’architetto John Soane, è il Sir John Soane’s Museum. Questo collezionista eccentrico ottenne nel 1837, dal Parlamento Britannico, un atto che garantiva il mantenimento della sua residenza anche dopo la morte, a patto che non venissero apportate modifiche di alcun tipo. L’edificio, ricco d’affascinanti e sorprendenti illusioni architettoniche, ospita, su più piani, una collezione di grandissimo pregio composta da reperti dell’antichità di epoca romana, greca e medievale fino ad oggetti del tardo XVIII secolo. Tra i reperti dell’antico Egitto spicca il sarcofago del faraone Seti I (137 a.c.) ospitato nel seminterrato, appositamente costruito dall’architetto per ricreare una camera sepolcrale e una cripta. Il museo, resosi famoso per il tour notturno, quando tutti gli ambienti sono illuminati solo da candele, è aperto dal martedì al sabato dalle 10.00 alle 17.00. Il giro in notturna è a pagamento e viene effettuato ogni primo martedì del mese dalle 18.00 alle 21.00. Un appuntamento questo molto affollato per il quale non è possibile prenotare l’entrata. I biglietti vengono venduti dalle 17.30 ai primi 200 visitatori presenti nella fila. Un audio tour in italiano è scaricabile nel sito del museo.  Il Sir John Soane’s Museum  si trova in 13 Licoln’s Inn Fields (London WC2A 3BP), vicino la stazione Holborn della metropolitana.

In prossimità del famoso, quanto controverso, Barbican Centre, il più grande centro teatrale d’Europa, a nord della City di Londra, oltre le antiche mura della città, si trova il Museum of London. In esso viene ricostruita la storia di Londra dalla preistoria ai giorni nostri, attraverso l’esposizione di singolari reperti archeologici, manufatti, armature medievali, gioielli, ceramiche, abbigliamento d’epoca, mappe, antiche fotografie della città, ecc. Si trova a London Wall ed è facilmente raggiungibile con la metropolitana: stazioni di Barbican, St. Paul’s e Moorgate. È aperto tutti i giorni dalle 10.00 alle 17.30. Una sua sezione, invece, il Museum of London Docklands, dedicata alla storia del porto di Londra e dei suoi commerci mondiali è ospitata in uno dei depositi originali della West India Dock Company, presso i Docklands a sud dell’East End londinese. Un occasione per visitare questo delizioso e tranquillo quartiere sulle sponde del Tamigi. Il museo, che si trova in Warehouse West India Quey, Canary Wharf (London E14 4AL),  è aperto tutti i giorni dalle 10.00 alle 18.00 ed è raggiungibile in metropolitana (stazione di Canary Wharf), con la metropolitana leggera (DLR), che corre tra i Docklands e la City,  fino alla stazione West India Quey oppure in battello, tramite la compagnia Thames Clipper da Bankside a Canary Wharf Pier.

Nell’East End, al 136 di Kingsland Road Shoreditch (London E2 8EA), tra Pearson e Cremer Streets, si trova il delizioso  Geffrye Museum dedicato alla vita quotidiana della classe media inglese dal XVI secolo ai giorni nostri. Attraverso la meticolosa ed originale ricostruzione degli ambienti domestici possono essere apprezzati i cambiamenti della società inglese nei secoli. Circondato da un bellissimo giardino, organizzato in aree tematiche, a seconda dei differenti stili di giardinaggio per le differenti epoche, è dotato di un bar ristorante dove potere gustare in piena tranquillità e a prezzi contenuti qualche specialità inglese. Il museo è aperto dal martedì al sabato dalle 10.00 alle 17.00 ed è raggiungibile tramite la Overground (Hoxton Station, situata dietro il museo), o tramite metropolitana (uscita 2 della stazione di  Old Street) e 15 minuti di cammino.

Sempre nell’East End di Londra, in Cambridge Heath Road (London E2 9PA), si trova il V&A Museum of Childhood, una sezione del famoso Victoria and Albert Museum, in cui viene ospitata la più grande collezione del Regno Unito di oggetti legati al mondo dell’infanzia dal XVI secolo ai giorni nostri. La vasta collezione comprende: giocattoli (bambole, case di bambola, cavalli a dondolo, burattini, orsacchiotti e peluche, macchinine giocattolo, giochi di costruzione, ecc.), abbigliamento, con circa 6.000 capi e accessori dalla nascita all’adolescenza, mobili, culle, ecc.. Una storia dell’infanzia nei secoli ricostruita attraverso gli oggetti per il gioco, la cura, e l’apprendimento. Il museo è aperto tutti i giorni, dalle 10.00 alle 17.45, ed è situato a cinque minuti dalla fermata della metro di Bethnal Green. (Foto: Ewan-M/flickr.com)

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...